Alla cena dell'Agnello

Alla cena dell’Agnello,
avvolti in bianche vesti,
attraversato il Mar Rosso,
cantiamo a Cristo Signore.

Il suo corpo arso d’amore
è sulla mensa pane vivo,
il suo sangue sull’altare
calice del nuovo patto.

RIT. A TE GLORIA E POTENZA,
       ONORE E BENEDIZIONE,
       O AGNELLO IMMOLATO,
       NOSTRO SALVATORE.


In questo vespro mirabile
tornan gli antichi prodigi:
un braccio potente ci salva
dall’angelo distruttore.

Mite agnello immolato
Cristo è la nostra Pasqua,
il suo corpo adorabile
è il vero pane azzimo.
RIT.

O vera e degna vittima
che infrangi il duro inferno,
ed al redento popolo
prepari il regno eterno.

O Gesù, nel tuo risorgere
sei vittorioso sull’Abisso,
il Tiranno hai sconfitto
e ci spalanchi il Paradiso.
RIT.

Irradia sulla tua Chiesa
la gioia della tua Pasqua,
unisci alla tua vittoria
i rinati nel battesimo.

Sia lode e onore a Cristo
vincitore della morte,
al Padre e al Santo Spirito
ora e nei secoli eterni.
RIT. 

 

 

 

 

 

Disponibile su

Marco Frisina Official Website | Copyright © 2020 - All Right Reserved

Powered by NOVA OPERA